Link building spontaneo: come si fa?

Link building spontaneo: come si fa?

Ogni webmaster ha sicuramente presente cosa è la SEO off site, un’attività di SEO che punta sulla costruzione di un’autorevolezza lavorando all’esterno del sito stesso. Una delle tecniche più importanti per cercare di crearsi un nome nel marasma digitale di Google è usare la link building. Anzi: usare bene la link building (leggi questo articolo di Max Del Rosso per ulteriori informazioni http://www.ilmioposizionamento.it/link-building-cose-perche-importante/ ) , perché questa strategia, se utilizzata nei modi sbagliati, può essere dannosa. La costruzione di una rete di link che rimandino al nostro sito è una tecnica infallibile per garantirsi un buon posizionamento su Google, tuttavia come sappiamo il motore di ricerca è abbastanza severo con le modalità con le quali la link building viene usata. Con questo intendiamo che è importante cercare di seguire le norme – dette e non dette – di Google per costruire la rete di link o si rischia di trovarsi seriamente penalizzati. 

Google vuole che le citazioni fra siti, i link, siano sempre effettuati se c’è davvero un valore da dare al cliente, un valore aggiunto per l’utente finale. Non accetta scambi di link fra siti spazzatura o anche ad elevato trust, se non c’è coerenza. Fare link building lecita, nel 2019, significa effettivamente fare link building spontanea, quindi senza pagare. Si tratta della tecnica che Google preferisce perché significa che i post di un sito sono di qualità così elevata da guadagnare la citazione spontanea, senza pagare, da parte di altri siti a loro volta autorevoli. Volete sapere qualche tecnica per cercare di fare link building spontanea al meglio? Ecco i consigli che possiamo darvi.

I consigli per una link building al top

  1. Cosa è il link building lecito? Si tratta di quella strategia di link building che viene effettuata senza pagamento, con link di eccellente qualità e su siti che sono ad elevato trust e che sono anche coerenti con le tematiche trattate dal vostro portale. Se non si seguono queste indicazioni, si rischia davvero di essere penalizzati. Google è interessato allo scambio di link di alta qualità per l’utente, non allo spam.
  2. Come giudico un sito di qualità? Per valutare se il sito sul quale vorreste fare link building è di qualità o no, dovete guardare alcune caratteristiche. In primis il Domain Authority che va da 1 a 100, più è elevato, più è autorevole il vostro sito. La PR, o Page Authority, permette di capire la qualità della pagina. La presenza di tanti link di buona qualità è sicuramente un punto a favore per il vostro sito.
  3. Creare qualità nel vostro contenuto. Volete fare una link building di qualità? Create dei contenuti di alta qualità. Innanzitutto il tema dovrebbe sempre essere unico ed originale in modo da poter garantire una certa qualità per l’utente finale che lo legge. Cercate di impostarlo bene anche dal punto di vista seo, mettendo la parola chiave che rimanda al vostro sito come anchor text in modo da posizionarvi nella SERP. Non abusate di questa tecnica però se volete ottenere un riferimento naturale.
  4. Non inserite mai link non attinenti all’interno del vostro articolo. Cercate di posizionare il link all’inizio di una pagina.
  5. Volete fare link building naturale? Create dei contenuti che siano davvero unici e rilevanti e possibilmente che abbiano una lunga durata nel tempo in modo da poter essere considerati ‘di valore’ a lungo termine. Cercate di condividerli sui social per renderli i più virali possibili: più un contenuto viene condiviso, più acquisisce valore.
  6. Cerca di crearti una rete di relazioni con quei blog o giornali che hanno bisogno di un grande quantitativo di articoli al giorno e che sono ad elevato trust, come per esempio blog e quotidiani.